Cena sociale 18 - tradizioneattacchi.eu

10/11/2018
Vai ai contenuti

Menu principale:

Cena sociale 18

La cena Sociale A.F.A.C. è aperta a tutti i Soci,
famigliari e simpatizzanti.

Per partecipazione è necessaria la prenotazione per offrirvi
un servizio sempre migliore.

Contattare Giuliano Maule cell. 3355832247


A.F.A.C = A come associazione, ha base personale ed è costituita da persone che perseguano uno scopo comune legittimo, non economico. Possono avere caratteristiche e finalità di tipo culturale, assistenziale, ricreativo, sociale, ambientale, sportivo ecc. con pari opportunità e uguaglianza di tutti i soci.

A.F.A.C= F come famiglia, nei paesi sviluppati una famiglia è definita in modo specifico come un gruppo di persone affiliate da legami di consanguineità, intesa in senso metaforico dal momento che l’identità comune che ci unisce sono i cavalli e le carrozze.

A.F.A.C = A come amicizia, è un tipo di legame sociale accompagnato da un sentimento di affetto vivo e reciproco tra due o più persone. È un legame, una relazione e un sentimento tra due o più persone, caratterizzato da una rilevante carica emotiva e fondante la vita sociale di più individui.

A.F.A.C = C come cuore, sede delle emozioni e dei sentimenti, è guardando dentro un'emozione che guardate nel fondo del vostro cuore e scoprirete che è proprio ciò che vi è stato dato ora è gioia. Avere un posto nel cuore degli amici significa non essere mai soli.

Una sigla racchiude sempre molti significati, questa volta vi abbiamo voluto dare un significato legato al rapporto, ormai consolidato, di un gruppo di amici. Perché questo alla fine è il vero sentimento che lega fra di noi, ci riempie di quelle emozioni  che con i nostri cavalli assaporiamo sui campi di gara.

Ancora una volta ci siamo riuniti in una località che per tutti noi è e sarà sempre il punto d’arrivo, Villa Manin, a pieno titolo “L’internazionale” per la fama e il lustro che si è guadagnata nei Concorsi Europei.  Il ritrovarsi per festeggiare un anno pieno di “emozioni”, così ci piace chiamare le nostre gare, passeggiate, trekking, sfilate e concorsi, per condividere un evento gioioso che, se per una volta non vede la presenza dei nostri amati cavalli, li abbiamo sempre presenti nel nostro cuore.

Se il sorriso è un'espressione del volto umano, e manifesta serenità, benessere e apertura nei confronti di altre persone, in questa serata ne abbiamo fatti a carrozzate. Se un sorriso può diventare una risata, il nostro “Bruno Cotic” ci ha magistralmente aiutato a sfornarne a vagoni.  Se un sorriso è luce, la serata ne è stata meravigliosamente piena.

Un riconoscimento è d’obbligo, il fatto di riconoscere i meriti o le benemerenze di persone che si sono impegnate per farci assaporare le nostre “emozioni” è la dimostrazione stessa di quanto ognuno di noi sia importante nell’associazione stessa.  Un’associazione fatta di persone con un cuore e anche un po’ d’orgoglio, ogni tanto ci piace che il nostro orgoglio sia gratificato.

La lotteria, ormai un classico di questa serata per stimolare le nostre ambizioni, avere un cesto di prodotti gastonomici al prezzo di un biglietto da pochi euro. I primi segni di lotterie risalgono alla Dinastia Han in Cina tra 205 e 187 a.C; nel 1866 le lotterie "sbarcarono" in quel di Trieste per poi prendere sede in quel di Gorizia, trovando un grande estimatore sullo stradone della Mainizza. La fortuna di avere un simil personaggio è molto rara, occorre una predisposizione naturale difficile da reperire, ma all’A.F.A.C abbiamo anche questo.

La torta A.F.A.C, un prodotto da pasticceria, generalmente di forma rettangolare, utilizzata per festeggiare eventi particolari, a conclusione di una gradevole serata. Una fetta per tutti ad addolcire i nostri palati, ma soprattutto il nostro cuore nell’attesa che passi l’inverno, una stagione per noi sinonimo di quiete, nell’attesa dell’arrivo della primavera per poter ritornare ad assaggiare le nostre “emozioni”.

Torna ai contenuti | Torna al menu