Redini da pariglia - tradizioneattacchi.eu

10/11/2018
Vai ai contenuti

Menu principale:

Redini da pariglia

Stile di guida

Le redini da pariglia.



Si crederebbe che guidare due cavalli sia la stessa cosa come guidarne uno, quando i loro morsi, i finimenti e le redini siano ben regolati; ma siccome raramente si possono mettere insieme due cavalli del tutto uguali, di bocca, di carattere e di andatura, cosi occorre un guidatore esperto e pratico, che comprendendo le loro qualità e difetti, riesca ad equipararli. Ciò che più importa è che abbiano il morso che ad essi conviene, il barbazzale al punto voluto e ben regolate le guide interne, cioè la crociera. Queste guide interne hanno una fibbia che le attacca alle guide esterne, le quali sono fornite di una certa quantità di buchi che permettono di allungarle o di accorciarle. È possibile avere due cavalli talmente uguali di forma e di qualità che vadano guidati con la crociera allo stesso buco; ma vi succederà più facilmente che uno dei due abbia il collo più lungo dell’altro o il portamento di testa più basso, o che lo avvicini di più al corpo; in tal caso come si farebbe ad averli giusti in mano non regolando la crociera? Pochi però si danno la pena di farlo convenientemente; molti adoperano differenti pariglie con la crociera allo stesso punto; taluni poi, credono bene regolarla sulla fibbia che li unisce al morso. Aggiustate sempre le redini dalla crociera e non dal morso.

Torna ai contenuti | Torna al menu