Mazzuchelli - tradizioneattacchi.eu

22/10/2021
Vai ai contenuti

Menu principale:

Mazzuchelli

Stile di guida

Così scrisse FEDERICO MAZZUCHELLI nel 1805 nel suo trattato, vedendo l’avanzare del nuovo metodo all’inglese, che andava soppiantando tutti i metodi tradizionali dell’arte equestre.


A V V E R TI M E N T I
SUL MODO DI CAVALCARE ALL'INGLESE



Non solamente all'alta scuola, alla pompa militare, ed alla battaglia sono destinati i cavalli da sella: ma quelli vi sono ancora, che si debbono istruire nell'uso della caccia della volpe, e del cervo. Questi cavalli riceveranno la medesima educazione, che conviene al cavallo di battaglia, ma saranno anche più di quello esercitati nella forza di resistenza per sostenere le lunghe riprese: ed all'incontro minor cura esigeranno per la loro istruzione nella intelligenza di gamba.
Altro genere ancora di equitazione si presenta in ora per essere esaminato: genere in oggi molto alla moda, e che chiamasi cavalcare all'inglese. Questa maniera di contenersi a cavallo molti motivi produce di dispareri, e di questioni. Non vi è persona, per ignara che sia della equitazione, che non abbia il suo modo particolare di riguardarla. Convien distinguere l'andare all'inglese. Si può andarvi bene, e andarvi male.
Tal maniera è fatalmente per l'Europa creduta degna di essere imitata, come la migliore di quella scuola, mentre ella non è, che la maniera propria della turba, ignara di questa parte ginnastica interessante. Sarebbero inopportune le discipline, che tendono all'unione; epperciò rendesi inpraticabile la lezione, che dicesi piegare un cavallo, per cui questo è abilitato nella intelligenza di gamba, e nei movimenti a due piste come il costeggio, ed il raddoppio.
Ma replicare io debbo, che la natura non vi concorre colla union naturale, e che l'arte non deve cozzare colla natura, e tanto più che un tale contrasto suppone sempre una somma abilità nel cavaliere, la quale è ben rara ad incontrarsi. Quindi tutto riducesi ad un passo negligente, ad un trotto basso, ma slanciato, e violento; ad un galoppo ordinario ma atterrato; galoppo, dico, diritto, o sinistro secondo l'accidente, e ad una scappata veloce.
Dietro tali idee ben facile è di riconoscere, perché la forma del morso inglese non serve a portare un cavallo, quantunque sia opportuna ad arrestarlo. Quindi succede, che nella nostra scuola tali morsi non convengono punto, perché non possono servire di appoggio, senza il quale ne succedono tutti quelli sconcerti di testa, che abbiamo sì spesso sotto degli occhi.
La mescolanza delle opposte maniere, e degli istrumenti rispettivi forma un ircocervo, così disordinato, e irragionevole, che non può meritarsi alcuna indulgenza per parte di tutti coloro, che sono infarinati di questa materia, ed a quali piange il cuore, allorchè vedono un ameno, ed elegante cavallo strapazzato, ed avvilito per lo strano fanatismo di voler cavalcare all'inglese

 
Torna ai contenuti | Torna al menu