Lampioni - tradizioneattacchi.eu

16/01/2023
Vai ai contenuti

Menu principale:

Lampioni

Biblioteca

Illuminare: propriamente è spander luce in qualche luogo, o su qualche
corpo. Più comunemente intendesi del render di notte grandemente
chiaro un luogo, con gran copia di lumi.

Lampioni o fanali
Lampion o Fanal: lanterna nella quale si tiene il lume la notte, l’uso ha esteso il termine
a que’ lumi chiusi da vetri che ponguosi a cassetta per le carrozze.

L’autore:
Fabrizio Canali, da anni nel comparto delle carrozze d’epoca in qualità di Driver ha partecipato a numerosi Concorsi, sfilate, raduni con il suo equipaggio, sempre alla guida del suo inseparabile cavallo Hackney, con il quale ha condiviso numerose vittorie e riconoscimenti, conseguendo la nomina di giudice Federale di Tradizione ed Eleganza. Desideroso di accrescere il suo bagaglio personale di conoscenze sul passato degli attacchi in Tradizione, ha iniziato una ricerca letteraria che lo ha portato a redigere vari testi in materia. Sempre basandosi su
testi e iconografie dell’epoca per dare delle risposte chiare ai numerosi quesiti che di volta in volta si presentano. In questo scritto ha cercato di dare una nova luce sull’origine dei fanali, sulla loro storia, sulle varie tipologie, sul loro utilizzo in base al modello del legno. Vista la grande varietà di utilizzi si è ristretto il campo sui fanali a candela, che sono la tipologia prevalente impiegata per la carrozza, vero capolavoro d’artigianato, elegante e raffinato, nelle sue stupende e varie forme che merita di essere conosciuto e soprattutto rivalutato

Il restauratore
Ci sono oggetti, ora perlopiù riservati ad una ristretta cerchia di amatori, che hanno contrassegnato la storia dell’uomo. La loro evoluzione racconta l’ingegno di artigiani che ne hanno sviluppato la tecnologia sino ai nostri giorni. C’è un filo sottile, ma indissolubile, teso attraverso il tempo che, l’amico Enrico Guanziroli, ha seguito a ritroso per recuperare quell’arte ormai svanita, grazie alla passione e all’abilità sviluppata attraverso le sue mani nella sapiente lavorazione del legno, del modellare i metalli e le decorazioni, nella molatura dei cristalli sino alla perfezione finale della verniciatura dei fanali. Per questo voglio dedicare a Lui questa ricerca, quale ringraziamento per tutto il lavoro ed il tempo speso per darci la possibilità di ammirare queste stupefacenti opere d’arte che grazie alle sue mani sono tornate a vivere.  



Il saggio:
Lampioni o Fanali credo possa definirsi un bel compendio che riduce in breve ben altro lavoro di puntigliosa ricerca sull’argomento. Forse compendio è termine giusto. Compendio ha significato sia di peso che risparmio. Il peso risparmiato dal lettore sta nel lavoro di ricerca, raccolta, esposizione elaborato da Fabrizio Canali. E a tutti piace trovare già bell’e pronta questa gustosa raccolta di erudite, precise documentazioni sospinte fino alle curiosità, attorno ai fanali da carrozza. Beni preziosi gli uni come le altre. Come dire un bell’insieme. Generalmente il fanale è visto come accessorio della carrozza. Il fanale senza carrozza che ci fa? E la carrozza senza fanali al calar della sera, nella notte senza luna dove si avventura? Domande peregrine. Al buio, ci ricorda Fabrizio, i cavalli se la cavano meglio degli uomini. Hanno una buona visione notturna, quasi come quella dei gatti, uno degli animali che meglio vede al buio, grazie alla conformazione degli occhi. E l’uomo deve fare i conti con se stesso. Di notte si ferma, oppure si fa illuminare la strada da lacchè improvvisati tedofori. Questa limitazione dei sensi dell’uomo è andata ad efficace stimolo dell’ingegno verso la soluzione, ossia il fanale da carrozza.

Novità editoriale in casa A.F.A.C.

per ordinazioni inviare una e-mail a:  incarrozzaafac@gmail.com
specificando il numero di copie, il recapito esatto di spedizione.

Manuale al costo di € 20.00 cadauno comprese spese di spedizione
che dovranno essere versati tramite bonifico bancario sul conto:  
                 
Banca BCC-CRA di Lucinico Farra e Capriva
iban IT22F0862264540002002329416
Intestato a: A.F.A.C.  via 2 giugno 61 Terzo d'Aquileia - UDINE

l'invio avverrà a bonifico ricevuto sul conto dell'A.F.A.C.

Associazione Friulana Appassionati Carrozze  
Sede Sociale: Museo delle Carrozze S. Martino di Codroipo


Torna ai contenuti | Torna al menu