Del morso - tradizioneattacchi.eu

01/12/2019
Vai ai contenuti

Menu principale:

Del morso

Finimenti

Del  Morso

Scuola di cavalleria;
Antonio Locatelli 1825

Il morso o il freno è un pezzo di ferro rotondo, che si mette in bocca al cavallo: se lo chiama comunemente la canna; le due estremità della canna ove sono attaccate le aste si chiamano “fonceaux”, e la parte che trovasi tra questi ed il mezzo della canna dicesi “talon”. Più forti di canna si usavano in passato, la cui struttura era del pari singolare che pericolosa per le bocca del cavallo; ma adesso non se ne ammettono che tre o quattro al più, e sono la canna semplice, la canna a tromba, la canna con libertà di lingua, la canna a collo di piccione, il passo d’asino.

I Francesi danno il nome di “fonceaux” alle estremità della canna dette anco teste del morso, estremità del morso, oppure imboccatura, che si annicchiano negli incastri della guardia. I taloni poi sono quelle parti di morso vicine alle estremità, e che poggiano sulle barre della bocca del cavallo.

La semplice canna è formata di due pezzi, atteso che è spezzata nel mezzo, ciò la rende più mobile. E’ questa ben anche il più dolce di tutti i freni, e quello che cagiona minor male alla bocca del cavallo. Il cannone a tromba o a canna non è punto spezzato nel mezzo, e non è composto che d’un sol pezzo, che lo rende più duro che la canna semplice. La canna con libertà di lingua, è quella nel cui mezzo avvi uno spazio vuoto per collocarvi la lingua del cavallo, secondo la forma di questa libertà i morsi prendono più denominazioni, come collo di piccione, canna ascendente, e passo d’asino.

Dicesi canna a collo di piccione quella il cui spazio vuoto e rilevato, che vi è in mezzo, va diminuendosi in alto. Sonovi dei colli si piccione spezzati e altri no; ed allorquando la libertà è ancor più alta di quella della canna a collo di piccione ordinario, se la chiama canna ascendente. L’ascendente di questi freni si proporziona alla spessezza della lingua.

Il passo d’asino è una canna il cui spazio è più grande e più forte di quello lo sia il collo di piccione. Esso non è punto spezzato nel mezzo. Questa canna è un avanzo degli antichi morsi duri, che si dovrebbe abolire; ormai non si usa più che per alcuni cavalli da carrozza. Si trovano alcuni passi d’asino con libertà maggiore. Di questi alcuni sono spezzati ad altri nò. Se si chiamano colli d’oca, la libertà ne è più larga e più schiacciata che nel passo d’asino; ma io consiglierei a far alcun uso né dell’uno né dell’altro di questi morsi.

 

Immagini della collezione privata "Giannelli"


 
Torna ai contenuti | Torna al menu