Marco Lattanzi - tradizioneattacchi.eu

10/12/2018
Vai ai contenuti

Menu principale:

Marco Lattanzi

Quirinale

Marco Lattanzi

funzionario storico dell’arte presso l’Area Tutela e Valorizzazione del Patrimonio Artistico del Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica, è conservatore della collezione delle carrozze del Quirinale. In quest’ambito ha curato il progetto di restauro complessivo della collezione, l’allestimento e la valorizzazione del nuovo Museo delle carrozze in Quirinale e il Padiglione delle Carrozze presso la Tenuta Presidenziale di Castelporziano  recentemente aperti al pubblico. Ha lavorato per circa venti anni presso l’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione dove è stato responsabile del Sistema Informativo Generale del Catalogo e dei progetti volti alla normalizzazione del linguaggio. Ha studiato Storia dell'arte presso Università degli Studi di Roma "La Sapienza".

Da oggi inizia questa preziosa collaborazione con il Dott. Marco Lattanzi, che gentilmente mette a disposizione alcuni suoi scritti, per iniziare a conoscere nel particolare il patrimonio Italiano delle carrozze, finimenti e livree depositato nella sede del Palazzo del Quirinale e nella tenuta Presidenziale di Castel Porziano. Iniziativa che si prefigge lo scopo di valorizzare, divulgare e avvicinare la storia della nostra nazione: l'Italia, dal Regno Sabaudo all'unità d'Italia alla Repubblica, per non dimenticare le nostre origini in un mondo sempre più globalizzato.  

IL PATRIMONIO DEL QUIRINALE
LE CARROZZE SABAUDE


Una panoramica delle bellezze che oggi sono conservate al Quirinale sono le carrozze. La collezione è una tra le più importanti d’Italia ed è composta da molteplici esemplari che rappresentano, la quasi la totalità delle tipologie di carri prodotti nel tardo Settecento fino al primo Novecento, queste magnifiche carrozze con i loro accessori e il loro corredo che sicuramente il mondo ci invida. Le Scuderie Sabaude sono situate all’interno del complesso del Quirinale in uno spazio periferico situato lungo il confine nord-est del recinto fortificato degradante verso la fontana di Trevi, nel grande Fabbricato edificato dall’arch. Antonio Cipolla nel 1874 oggi detta “Fabbricato Cipolla”.

Le scuderie ultimate nel 1875 appunto dall’arch. Antonio Cipolla, ospitano oggi le più pregiate carrozze nonché l’antica collezione delle livree appartenenti alla corte sabauda. La costruzione è abbastanza vasta da poter contenere le scuderie, una pagliara, gallerie per i finimenti ed il vestiario, una rotonda da utilizzare come maneggio, centoventisei stanze per il personale, rimesse per le carrozze. Oggi questo fabbricato ospita ancora l’antica Galleria dei Finimenti e delle Livree, un Gabinetto Storico con i corredi di scuderia più preziosi, e l’ufficio del Grande Scudiere cioè il funzionario regio che si occupava di questo importante settore della vita di corte, le carrozze. Sono esposte berline storiche di gran gala e carrozze associate ad eventi che hanno marcato la storia d’Italia.

Le carrozze in uso alla corte furono in massima parte realizzate alla fine dell’Ottocento da ditte specializzate. Nella sala rotonda si conservano quattro gioielli unici. Si tratta delle prestigiose berline di gran gala che provengono da Torino. L’esemplare più antico è il Berlingotto Reale del 1789 con la cassa decorata ad opera di Vittorio Rapous con pitture allegoriche rappresentanti le virtù. Opera unica e bella da qualsiasi parte la si osservi.

La Tenuta di Castelporziano
Il padiglione delle carrozze

Apre al pubblico, per volere del Capo dello Stato, Sergio Mattarella, nella tenuta presidenziale di Castelporziano, il padiglione delle carrozze. Dopo tanti anni, quindi, possiamo dire che il sogno di poter ammirare i carri utilizzati dalla corte sabauda per le cacce reali, nonché legni per le passeggiate nei viali della tenuta e mezzi agricoli per il lavoro nei campi si è avverato.

I grandi Break e gli Hunting break erano i carri principali per condurre gli ospiti sui terreni della caccia. Inoltre sono presenti anche carri sportivi, solidi e veloci, come i Phaeton e gli Spider-Phaeton. Ugualmente importanti sono i Break wagonette utilizzati per accompagnare gli ospiti nel sito prescelto per la caccia reale e per addestrare i cavalli.

Oltre alle carrozze adibite alla caccia molti sono i legni usati dalla regina per recarsi a passeggio e ai siti di interesse archeologico: si tratta sia di calessi di varie tipologie che di eleganti Vis-à-vis con i quali le dame accompagnavano la sovrana. Particolarmente importante è l’esemplare esposto per le passeggiate in campagna, “per servizio delle reali principesse” come si legge negli antichi inventari.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu