Collare pneumatico - tradizioneattacchi.eu

19/04/2018
Vai ai contenuti

Menu principale:

Collare pneumatico

Finimenti

Collare Sistema Inglese Pneumatico

Siamo sempre alla ricerca di qualcosa, se ognuno imitasse un altro e l’altro ne imitasse un altro ancora, saremmo tutti uguali, senza distinzione, per questo siamo sempre alla ricerca di novità che riguardano l'universo degli attacchi.   Nell nostro continuo peregrinare, per chi è estremamente esigente ed attento nella ricerca del particolare, abbiamo incontrato un illustre appassionato, collezionista e vero intenditore che ci ha fornito documentazione storica su un particolare tipo di "COLLARE" costruito dalla SELLERIA NAPOLEONE GIUNTI -MILANO.  Autorizzandoci cortesemente alla pubblicazione per la delizia degli intenditori.

Si tratta di una "Cartolina Postale" inviata dal Sig. Napoleone Giunti al sig. Pietro Nicolini della "Conceria pellami-Intra Lago Maggiore. Una lettera informativa, possiamo ritenere pubblicitaria, che probabilmente era stata inviata a varie aziende di settore a divulgazione del proprio operato.

Illustrissimo Signore
Per il primo in Italia sono riuscito a fabbricare il Collare Sistema Inglese Pneumatico ( vedi Modello B)  Questi collari sono i migliori, perchè si possono adattare sulla spalla del cavallo, di qualunque forma senza pericolo che abbia a ferirsi.  Le molte commissioni eseguite con esito soddisfacentissimo, mi lusingano a rivolgermi anche alla S.V.I.(Signoria Vostra Illustrissima) nella speranza che vorrà farne acquisto. Nella mia fabbricazione ho avuto un gran successo anche nei "Collari alla Svizzera" (vedi modello A). Avendo perfezionato questi collari in modo non raggiunto finora da nessun fabbricante, le continue ordinazioni, tanto da città quanto da campagna, mi fanno sperare in un felice successo.

Questi collari per la loro morbidezza non feriscono la spalla del cavallo, e quantunque leggeri possono servire a un lungo viaggio. Si eseguono "Finimenti Completti alla Svizzera": questi finimenti possono essere adoperati in qualunque servigio signorile per campagna. Si eseguono pure finimenti di lusso da carrozza e da sella. Mi fo dovere di avvisare la S.V.I. che alla fabbricazione dei collari da carrozza tanto alla Sizzera che Pneumatici sono garantiti migliori qualità di pellame, buona riuscita e prontezza di servizio. Qui unito troverà i disegni di sottocoda numerizzati semplici e doppi; a seconda delle richieste se ne spediranno campioni.
Nella lusinga di vedermi onorato da sue ordinazioni mi rassegno Dalla S.V.I.

Milano  6 -7 - 97     Devotissimo    
Napoleone Giunti

Dalle immagini pervenuteci possiamo subito notare come esteriormente si tratta di una normale collana in cuoio cucito secondo la procedura, infatti, è nella parte interna la differenza, invece del consueto materiale tradizionale è stata inserita una camera d'aria di cui possiamo notare alla sommità la valvola di carico dell'aria per il gonfiaggio.
Quando lo scozzese Robert William Thomson depositò la propria invenzione all’Ufficio Brevetti di Londra il 10 giugno 1846 “Applicazione di supporti elastici intorno alle ruote di veicoli, allo scopo di diminuire lo sforzo necessario a trainarli, rendere il loro movimento più facile e attutire il rumore che fanno quando si muovono”.

Nessuno gridò al miracolo, all’epoca, si erano appena scoperte le qualità magiche e un po’ misteriose della gomma. Thomson morì nel 1873, a cinquantuno anni, unico proprietario al mondo di una carrozza che montasse ruote con pneumatici, e la sua “ruota aerea” fu completamente dimenticata per molti anni. Evidentemente altri pensarono di sfruttare le qualità della gomma con altre applicazioni, una di queste fu il nostro " Collare pneumatico sistema inglese" di cui abbiamo testimonianza nello scritto del Napoleone Giunti

Con la seconda rivoluzione industriale di fine Ottocento, quando la chimica, il petrolio, l'elettricità diventano le fonti primarie dell'energia e alimentano le "macchine" che sostituiscono in gran parte il lavoro umano, il salto di qualità è grande e la tecnica diviene sovrana. L'uomo di fine secolo respira un clima culturale fiducioso ed ottimista nei confronti delle scienze e della tecnologia, ne troviamo riscontro anche tra le righe della lettera di Napoleone Giunti.
Siamo a fine secolo, il tramonto delle carrozze è già iniziato, soppiantate dalle prime automobili, inizia una rapida evoluzione che porta alla scomparsa di numerose attività legate sopratutto al mondo delle carrozze.
Evidentemente furono queste le cause che portarono al prematuro abbandono di questo particolare brevetto: il "Collare a sistema inglese pneumatico" di cui effettivamente si ebbe poca diffusione.
Pochissimi sono i pezzi che si possono trovare attualmente a testimonianza della sua esistenza, fortunatamente siamo riusciti ad averne documentazione scritta e fotografica di questa rarità per darne informazione a tutti gli appassionati di settore.  
Ringraziando l'amico estimatore che ci ha fornito il materiale, vogliamo informare che se alcuno avesse ulteriori informazioni in merito o fosse in possesso di un suddetto esemplare, e ne volesse fornirci indicazioni per condividerle con tutti gli amici, può scrivere a :

tradizione.attacchi@gmail.com

Torna ai contenuti | Torna al menu