Fornimenti - tradizioneattacchi.eu

05/08/2019
Vai ai contenuti

Menu principale:

Fornimenti

Finimenti

Fornimento per cavallo da tiro.
Dal vocabolario Italiano Domestico anno 1869.


Dicesi l’unione di tutto ciò che serve per attaccare un cavallo alla carrozza.
BRIGLIA, dicesi quell’arnese che si mette al capo del cavallo per reggerlo e tenerlo in obbedienza.
TESTIERA, quella striscia di cuojo che passa sopra la testa del cavallo, ed alle cui estremità sono attaccate le Sguance.
CHIAVARDA, quel cerchietto di metallo che è fermato con piccol gambo nel mezzo della Testiera.
FRONTINO, dicesi quella strisciolina, per lo più di cuojo o di metallo, la quale passa sulla fronte del cavallo.
SGUANCIA, chiamasi cadauna di quelle due liste di cuojo alle quali sono congiunti i Parocchi, e di cui le estremità superiori sono attaccate alla testiera e le inferiori reggono il Portamorso.
PAROCCHIO, quei due pezzi di cuojo addoppiati, con anima di metallo, che vanno congiunti colle Sguancie, e che si mettono ai lati della testa del cavallo, presso gli occhi.

SOTTOGOLA, quella lunga striscia di cuojo, che è attaccata da un capo all’una estremità della testiera, e che passando sotto la gola del cavallo, si affibbia dall’altro capo alla striscetta che è nella opposta estremità della stessa.
MUSAROLA,
è quella striscia di cuojo, che va sul muso del cavallo e che passa per entro il Portamorso.
PORTAMORSO,
ciascuna delle due strisce di cuojo ripiegate che reggono il morso.
MORSO
, quell’arnese di ferro che ha l’Imboccatura e le Chiamate e che è retto dal Portamorso. Comunica esso colle Guide o redini, e serve a mantenere il cavallo in soggezione ed obbedienza, non che a dirigerlo a destra o a sinistra o a farlo dare indietro secondo al bisogno.
IMBOCCATURA
, quella parte del morso la quale si mette in bocca al cavallo.
CHIAMATA,
ciascuno di quei due piccoli occhi che sono ai lati del morso, ad uso di appiccarvi le estremità delle Guide.
BARBAZZALE,
quella catenella di ferro, che dall’una estremità è attaccata a un occhio del morso, e che, passando dietro la barbozza del cavallo, si appicca dall’altra al rampino che è all’opposto occhio del morso.

SONAGLIERA, chiamasi quella specie di cavezza senza Vento, ovvero quella fascia di cuojo o simile, alla quale sono appiccati molti sonagli o campanelli, e che si suol mettere alla testa del cavallo, oltre alla briglia, quando si va in campagna o in viaggio.
SONAGLIOLO,
quel piccolo strumento rotondo di metallo, con due forellini ed una fessura che li congiunge, nel quale è una pallottolina di ferro, che in movendosi fa suono.
FRENO
, dicesi quell’arnese che serve a far tenere alta la testa al cavallo, e che è fatto di due lunghi pezzi di cuojo, rotondati in forma di cordone, i quali dall’un capo reggono un ferro, che si mette in bocca ad esso cavallo e dall’altro vengono appiccati al gancio.
PAGNOTTA
, chiamano quella larga striscia di cuojo che ha, nella parte sopra, un gancio, e due Chiavarde, e nella parte di sotto il Primaccino, e che va sulla schiena del cavallo, ad uso di reggere il Sottopancia, i reggitirella e la Groppiera.
GANCIO, quella specie di uncino di metallo che è nel mezzo della Pagnotta, nella parte di sotto, affinchè questa non offenda la schiena del cavallo.

CHIAVARDA, ciascuno de’ due occhi di metallo, che son posti sulla Pagnotta ed a lati del gancio e pei quali fannosi passare le Guide.
PRIMACCINO
, chiamasi quella specie di guancialetto che è fermato alla Pagnotta, nella parte di sotto, affinchè questa non offenda la schiena del cavallo.
SELLINO
, quell’arnese di cuojo, pressochè simile alla Pagnotta, e con gancio, Chiavrde e primaccino, e che è posto sulla schiena del cavallo attaccato alla Timonella o a altra simile carrozza e che tien legata da ciascuna banda la parte anteriore della stanga.
SOTTOPANCIA,
quella lunga e larga striscia di cuojo che è fermata con viti all’estremità inferiore della pagnotta o del Sellino, e che passa per di sotto alla pancia del cavallo.
GROPPIERA,
è quella striscia di cuojo, che dal mezzo della pagnotta o del Sellino, va sopra la groppa del cavallo, e termina dividendosi in due parti, alle quali si affibbia il Posolino.
POSOLINO
, chiamasi quel pezzo di cuojo rotondato a foggia di cordone, che è affibbiato da due capi alle estremità della groppiera e che passa sotto la coda del cavallo.

REGGIBRACA, una o due strisce di cuojo, che passano pel mezzo della groppiera, e reggono la Braca dai due lati.
BRACA
, quella lunga striscia di cuojo che da’ due è affibbiata à Guainoni o al petto, e va intorno alle cosce delle gambe posteriori del cavallo.
REGGITIRELLA,
ciascuna di quelle due piccole strisce ripiegate, di cuojo, che pendono dai lati della Braca, e per entro le quali passano le tirelle.
TIRELLA,
ciascuna delle due funi o grosse strisce di cuojo, che sono da un capo affibbiate a’ Guainoni o al petto, e dall’altro si appiccano ai Funghi o alle testate di un Bilancino.
GUAINONI,
due strisce di cuojo, delle quali le estremità anteriori sono attaccate al Collare, e le posteriori hanno due fibbioni, coi quali sono congiunte le tirelle e la braca.
CASSETTA
, quella parte dei Guainoni, fatta a guisa di stretta e lunga cassettina o di angusta guaina, dentro la quale si rimettono le estremità delle tirelle e della braca.

FIBBIONE, dicesi di ciascuna di quelle due grosse fibbie che sono alle estremità posteriori dei Guainoni, o del Petto, ed alle quali si congiunge la Braca e le Tirelle.
COLLARE
, chiamano quell’arnese di cuojo imbottito, e di figura pressoché ovale, che ha un ferro intorno, e che si mette al collo del cavallo. Si fa uso del collare quando il fornimento non ha il Petto.
PETTO
, quella striscia di cuojo che va sulle spalle del cavallo, e che alle estremità ha due Fibbioni, coi quali si congiungono le tirelle e la Braca. Si fa uso del Petto quando il fornimento non ha il Collare.
REGGIPETTO
, quella striscia di cuojo che va sulle spalle del cavallo, e regge il Petto del fornimento.
CAMARRA,
quella striscia di cuojo che, dal mezzo del collare va fra le cosce davanti del cavallo fino al Sottopancia.
CATENA
, quella grossa striscia di cuojo ripiegata, che passa dall’un capo per una Campanella del collare o del Petto, e dall’altro per un occhio del Granchio, e che serve per tenere attaccato il cavalo al timone.
PASSANTE
, ciascuna di quelle sottili e corte striscioline di cuojo, unite dai due lati a varie parti del fornimento, per entro le quali si fanno passare gli avanzi delle strisce di cuojo affibbiate.
GUIDA, REDINA
, ciascuna di quelle lunghe strisce di cuojo, le cui estremità si attaccano a due Chiamate del morso, e colle quali viene retto e guidato il cavallo.

Torna ai contenuti | Torna al menu