Ferratura - tradizioneattacchi.eu

15/10/2020
Vai ai contenuti

Menu principale:

Ferratura

Cavalli

HACKNEY : ferratura

Nelle pagine precedenti abbiamo insistito sul fatto che la bocca dell’Hackney è il primo problema per un addestratore. Successivamente per ottenere un’andatura elevata e regolare, bisogna curare fondamentalmente la ferratura. Nel passato la prassi seguita era quella di permettere agli zoccoli di crescere più lunghi del normale ed applicare ferri molto pesanti. Maniscalchi esperti diventano sempre più rari, cosicchè l’addestratore è costretto a dover collaborare onde ottenere i risultati voluti. Mentre per alcuni soggetti una ferratura pesante potrà sviluppare l’azione, per altri la distribuzione del peso sullo zoccolo sarà fondamentale. Il bravo addestratore deve osservare l’azione del giovane soggetto in lavoro con zoccoli della normale lunghezza e ferri leggeri e di conseguenza assieme al maniscalco intervenire nel modo più opportuno.

Nel caso in cui l’Hckney tendesse ad irrigidire gli anteriori appoggiando al suolo la parte posteriore del piede, sarà necessario appesantire la punta del ferro con una mezzaluna. Nel caso di un’azione poco elevata, con tendenza a portare il piede sollevato all’indietro, sarà il caso di ricorrere ad un ferro allargato lateralmente o leggermente verso i talloni. Queste tecniche possono essere in contrasto con quelle abitualmente adottate nel mondo del cavallo trottatore, in quanto l’equilibrio di un Hackney è completamente diverso da quello di un cavallo da corsa. Una volta raggiunti i primi risultati, si può passare ad una ferratura più pesante con il pericolo che il cavallo si attinga. Normalmente in questo caso la parte del ferro interessata è l’interna e quindi bisogna intervenire nel modo dovuto. Nel caso di insuccesso occorre ritornare ai primitivi ferri più leggeri.

Importantissimo è non intervenire sulla ferratura nei giorni precedenti una competizione, in quanto si verrebbe a modificare l’equilibrio del soggetto. Grandissima importanza è il pareggio dell’unghia prima della ferratura: negli anteriori l’angolo normale va compreso tra i 45° ed i 150°, nei posteriori oltre i 55°. Si tenga ben presente che, nel caso si tengano i piedi un po’ più lunghi, onde evitare danni ai tendini, bisogna aumentare l’angolo del piede. Di norma nel periodo delle competizioni, si terrà un pareggio del piede anteriore con un’angolatura di circa 50°. Concludendo, l’azione ottimale di un Hackney in show si otterrà con una ferratura costituita con ferri di peso normale, unghie leggermente allungate, con angolo di circa 50° per gli anteriori e 55° per i posteriori.

Tra le varie considerazioni da fare ed i vari suggerimenti, nelle fasi di pareggio, nel caso in cui si vogliano aumentare gli angoli dei piedi, ricorrere sempre a spessori cuneiformi ai talloni ed evitare di toccare la punta. Negli Show è molto importante la pulizia e la lucidatura degli zoccoli. Quest’ultimi devono essere ben lavati ricorrendo, senza abusarne, all’uso di paglietta di ferro e quindi lucidati con olii speciali comunemente in commercio, evitando l’uso delle lacchè che interferirebbero negativamente alla normale crescita e lubrificazione naturale dello zoccolo, parte viva dell’animale.
Di uso comune negli Show in terra Olandese, l’applicazione di doppi ferri che vengono avvitati tramite bulloni agli esistenti per aumentarne il peso, senza dover riferrare continuamente il soggetto, così come la tosatura delle balzane per evitare offuscare i movimenti di piego.


Torna ai contenuti | Torna al menu