L'evento - tradizioneattacchi.eu

15/01/2018
Vai ai contenuti

Menu principale:

L'evento

Villa Manin

UN WEEKEND DI PASSIONE

A Villa Manin si incontrano campioni di oggi e si formano i campioni di domani, per quattro giorni ci si dimentica tutto, solo l'andrenalina nel giorno della sfida sale a mille, perché qui "almeno una volta nella vita bisognerebbe venire a partecipare".

Ogni Driver dovrebbe venire qui almeno una volta nella vita, ma si, esageriamo e diciamo che è una questione di fede in questo sport tutto particolare. Siamo ormai alla V°ta edizione, per alcuni è la prima volta, per molti altri ormai è un'abitudine, non parteciparvi è quasi un disonore. Sarà il posto, l'aria buona di queste parti, la compagnia di amici mattacchioni, la presenza di dolci fanciulle, il vino friulano e la birra bavarese, che convergono in un cocktail dal gusto frizzante. Come nasca questa sintonia è difficile da spiegare, è qualcosa che ti s'infila dentro, una vibrazione che ti scorre nelle vene e non ti abbandona più.  

Non stai a farti troppe domande, una telefonata e una e-mail e via, sei iscritto al più bel CIAT del mondo. Un'organizzazione impeccabile e una regia straordinaria unite alla perfetta disposizione delle strutture rendono questo evento grandioso. Nei 90 mila metri quadri della Villa, il parco e i paddock dei box ci sembra di essere in una sorta di fiaba Disneyana delle carrozze di Sissi, Cenerentola e Re Artù. Già, perché a Passariano sono sbarcati veramente da ogni parte del mondo, grazie a questa passione che accomuna, generando nuove amicizie e rinsaldandone altre già esistenti. Da cosa nasce cosa e incontri un simpatico "frustaio" (costruttore di fruste), belle fruste e belle ragazze, la simpatia è immediata, anche se lingue son diverse ma bastano pochi vocaboli per intendersi.

I più numerosi sono gli italiani, seguiti dagli svizzeri e dai tedeschi, anche gli sloveni si son fatti partecipi di questa grande festa, portando ognuno la propria voglia di vivere in sintonia con gli altri. Non c'é niente di meglio di una bella cena in compagnia per creare quello spirito che si respira a Villa Manin. Nel frattempo i più navigati studiano gli avversari (sul campo) offrendo calici di birra, cercando di far salire l'allegria e annebbiare le idee, ma questi son ossi duri che sanno tenere banco. Dalla Bavaria sono arrivati e ben forniti (di birra) e alla fine la peggio l'hanno avuta gli altri.

Poi s'inizia con le cose serie, spazio alla regia per dare il al V° CIAT Villa Manin 2017, le frasi di rigore possono essere sempre quelle, le regole, gli orari, i Giudici e i Commissari, i tempi al secondo di cronometro, le liste di partenza e la segreteria inflessibile. La burocrazia ha la sua parte anche da queste parti, ma senza regole non possiamo giocare, alcuni ne son preoccupati, altri ne son sollevati, di sicuro per tutti alla fine di questa serata una grande torta soddisferà tutti i palati per addolcire anche le bocche più amare. Perchè da queste parti con l'A.F.A.C. son sempre rimasti tutti contenti.

Torna ai contenuti | Torna al menu