Montecatini - tradizioneattacchi.eu

24/06/2018
Vai ai contenuti

Menu principale:

Montecatini

Eventi

MONTECATINI TERME
BUONA LA PRIMA!


«Montecatini, città delle donne». Le arriva da lontano, un’aura magica che si alimenta nella sua storia. Montecatini terra di bellezza per le sue terme, le saune naturali, le grotte alimentate dai fiumi lavici, le fonti di vapore dalle alte proprietà terapeutiche. Da oggi ha assunto una nuova livrea: "Montecatini, città dei cavalli e delle carrozze." Si chiama “Incanto Liberty” e per quattro giorni, da venerdì 12 a lunedì 15 agosto, è stata un grande contenitore di eventi legato al cavallo e al liberty che trionfa, nei viali, nei palazzi storici, nelle terme e naturalmente all’ippodromo. L'ippodromo, "Il Sesana" di Montecatini Terme, che celebra quest'anno il traguardo dei 100 anni di attività, la storia dell'Ippodromo risale al 1914  quando furono acquistati i terreni dal Barone Giuseppe Patrone, la Prima Guerra Mondiale  era nel suo pieno svolgimento quando furono iniziati i lavori dell'attuale Sesana, era il 1916. La gestione fu affidata alla Società Nazionale Corse di Milano diretta dallo stesso barone Patrone e dal Commendatore Giuseppe Sesana.

Organizzata dall’associazione “Il Cavallo e l’uomo”, che ha voluto per questo evento riportare i cavalli e le carrozze dentro la città, per i suoi viali, per riportare e far conoscere un passato dove la città era il centro dell'Europa. Qui hanno soggiornato personaggi illustri, da Farah Diba, a Audrey Hepburn, a Grace Kelly che qui passò in luna di miele con Ranieri di Monaco. Madame Curie la scelse per i suoi esperimenti medici, Katharine Hepburn per baciarvi Spencer Tracy sul colle della Maona.A Sophia Loren, Carlo d’Inghilterra, George Clooney. Il progetto, lanciato un anno fa, ha trovato la fattiva collaborazione per riportare i "Le carrozze con magnifici equipaggi" in due persone che fin dall'inizio ci hanno fortemente creduto: Antonio Lippi e Oberdan Valli.

Con grande entusiasmo si sono lanciati in quest'avventura, che li ha visti impegnati al di là di ogni limite per riuscire a costruire l'evento clou dell'anno. Occorreva trovare una formula nuova, fuori dagli schemi classici degli eventi di Tradizione, occorreva coinvolgere la città di Montecatini, i suoi abitanti e i turisti. Legare con sottile filo di seta gli eventi all'Ippodromo e alle Terme, accoppiare veloci trottatori con lente carrozze, la frenesia delle corse sulla pista con il dolce passeggio degli equipaggi lungo il corso cittadino. Se da una parte "il Sesana" è nel cuore dei montecatinesi da sempre, come per i senesi il palio; le carrozze erano una novità, un punto interrogativo di non facile soluzione, occorreva fare un lavoro di squadra per coinvolgere gente fidata per ottenere il risultato perfetto. Da buoni Soci A.F.A.C chiedevano la partecipazione di un congruo numero di equipaggi dell'Associazione cui si aggiungevano gli equipaggi del Team Beretta, con la partecipazione del Team Giacovelli dalla Puglia.

D'obbligo il coinvolgimento della F.I.S.E quale organo ufficiale di eventi equestri che si manifestava con la presenza del Responsabile attacchi Tradizione Avv. Ferdinando Bruni, il Marchese Ramirez, i giudici Ivo Baldisseri e Paco Gatti, con la presenza dei vertici F.I.S.E nella persona del cav. Duccio Bartolucci. Se i preparativi sono stati un vero stress per il duo Lippi-Oberdan, i quattro giorni dell'evento si sono tramutati in un vero tour de force, onnipresenti e infaticabili, dal redigere ordini di partenza al distribuire acqua fresca dissetante ai Driver, collegare speaker e tempi televisi per inserire le carrozze nella diretta tivù sul circuito Snai e Sky, sovraintendere e collegare i vigili urbani e l'amministrazione comunale. Alla fine il risultato è stato dato dalla gratificante presenza delle ventimila persone presenti alla serata finale, agli scrosci di applausi che hanno sommerso gli equipaggi nel giro di pista avanti alle tribune, per questo ci è d'obbligo rigirare a Loro questi applausi ben meritati per tutto il lavoro svolto nell'ombra. Da buoni registi possono dirsi con grande soddisfazione: "buona la prima!" La prossima sarà meglio!

Torna ai contenuti | Torna al menu