Bernried 17 - tradizioneattacchi.eu

19/04/2018
Vai ai contenuti

Menu principale:

Bernried 17

Grande successo A.F.A.C. all'Internazionale di Bernried 2017

Vola alto l'azzurro A.F.A.C. in terra teutonica, facendo risuonare alto sul campo l'inno di Mameli a dire che l'Italia è presente e vincente con i suoi equipaggi. A grande sorpresa driblando Driver di alto livello agonistico Bruno Cotic, conquista la prima posizione nella categoria pariglie aggiudicandosi anche il 1° assoluto di questo CIAT Bernried 2017. Con grande sicurezza e determinazione, guidando con precisione e mirando ad ottenere un buon risultato finale, Bruno si è meritatamente aggiudicato questa super meritata vittoria.  

Una super vittoria per l'equipaggio di Bruno che finalmente riesce a sfondare a pieno titolo in una categoria dove gareggiano equipaggi al massimo livello. Bernried am Starnberger See un CIAT tra i più tosti dove nessuno regala niente a nessuno, solo a leggere l'ordine di partenza ti vengono i sudori freddi, qui la competizione è ai massimi livelli e Bruno Cotic meritatamente è salito con onore e grande commozione sul più alto gradino del podio. Grandissimo e meritato successo. Bravo!

Grande vittoria anche per l'equipaggio di Battista Battiston che si aggiudica il prezioso "Best in Show" 1° assoluto in presentazione con il suo ultimo "Legno" restaurato in casa rispettando i canoni del restauro conservativo. "Il Belvallette, un due ruote che amo particolarmente di una bellezza sconvolgente" così si era espresso Battista prima della partenza. Giudici seri preparati e all'altezza del legno presentato, ne hanno saputo apprezzato la finezza e la qualità decretandolo miglior equipaggio in gara.

Un doppio bravo a Battista che si aggiudica anche il 3° posto nella categoria  cavalli singoli. Purtroppo i suoi numerosi impegni, ultimo l'organizzazione e la gestione del CIAT Villa Manin 2017, lo hanno privato di tempo prezioso per affinare la guida nei birilli con il "Belvalette" che si è rivelato molto ballerino sul campo. Purtroppo queste sono le incognite per chi si presenta ogni stagione con un legno "nuovo"(di restauro), sopra tutto poi un due ruote, dove trovare il giusto equilibrio richiede prove sopra prove. Un doppio bravo anche a Battista!   

Buona performance anche per Renzo Pezzuto con il mitico "Gigio" che ben piazzato nelle prime due prove, doveva ritirarsi nella terza prova, per la rottura di un particolare del finimento che gli impediva di proseguire. Quando ci si mette la sfortuna non ci sono armi per combatterla. Con grande onore Renzo si presentava nello schieramento della premiazione con il suo cavallo a mano, per onorare tutti i concorrenti con i quali aveva gareggiato e gli organizzatori di questo meraviglioso CIAT.   

Torna ai contenuti | Torna al menu